ESSENZA

amoreOggi vorrei, con un pizzico di presunzione, darvi delizia celebrale con una delle mie ultime creazioni. Questo per me è un periodo denso di emozioni e significati, e noto come le poesie sulla base della mia crescita interiore, nonchè evoluzione, stiano evolvendo sempre più. Io stessa mi sento protagonista partecipante, non sono semplicemente osservatore esterno delle mie emozioni. Il pathos è molto sentito, la carica pulsionale si accende sempre più, partendo dal solito trash onirico, enfatizzato mediante la musica e l’immaginazione, diventa una sensazione simile ad un forte innamoramento, fino alla percezione di sentire contatto fisico, carnale e spirituale con la propria musa, l’istrumentun poetae, l’oggetto incarnante la mia ispirazione. Finchè si nega questa visione della poesia, da poeta soprattutto, ovvero il totale rapimento sensoriale del sè, la poesia non risulterà pienamente riuscita per quanto piacevole e di carattere. E’ necessaria una crescita interiore, più o meno lunga e diversa per ogni poeta. Parlando più nello specifico della poesia, ESSENZA, è l’effetto dell’amore nella sua forma più spirituale e trascendente, il bisogno psicologico, che ti entra come una droga, richiede dosi della persona amata, al punto tale che nel momento in cui ci si incontra, si vive completamente l’altro, in ogni suo aspetto, diventando simile ad un adone, un angelo. Concetto che con terminologia specifica viene definito “spiritualità della carne”, ovvero l’eliminazione dei preconcetti e dei doTESCHIOgmatismi, spesso imposti dalla chiesa, di una visione impura della carnalità dell’amore, ovvero di tutto ciò che pretende una fisicità. Se per la Chiesa l’amore spirituale è puramente platonico, vedi come esempio una vergine rimanere incinta come massima apoteosi del concetto, talvolta imbarazzante e illogico, passando attraverso prima il romanticismo, poi al decatentismo, protaendoci per tutto il novecento, in maniera quasi blasfema, il vero amore pretende la sfera del fisico. Ma su questo aspetto torneremo nuovamente con altre poesie. Vi lascio perciò alla lettura, sperando che per voi sia piacevole.

Vostra per sempre, Storyteller ❤

ESSENZA

 

Ammiro,

ad ogni respiro

nei tuoi occhi,

il mio infinito bisogno.

Nelle lacrime gioiose,

versate nel presente

rimembro il passato diamante,

fatto di luce e di tenebra,

mille volti di uno specchio

d’immagine riflessa,

prende come demone

e porta al delirio placido della passione.

Amo terribilmente

e negherei fino alla morte

il cammino lo vieta,

tu ricorri,

mi lascio ammalper sempreiare

dal profumo vanigliato,

dallo sguardo innocente,

son carezze

che ti fanno desiderare

come un gatto languido.

Ingenua realtà che mi rende venere

tra le tue braccia,

protetta,

nelle catene del cuore.

Ogni volta

vissuta intensa come un tempo,

distrugge il pensiero

e lo ricompone d’antiche fattezze,

pervaso ogni granello dell’anima.ninfe

Nella reale materia,

allucinazioni,

giochi d’acqua di menadi

dai corpi di spirito.

Soltanto per te rimango,

per ora o forse per sempre,

le braci ardenti possono divampare

nel paradiso,

mia dolce luce di luna,

nient’altro è essenza.